viaggio-in-Torino

8 consigli per viaggiare a torino, italia

Torino, Italia, ha tutte le carte in regola per essere una grande destinazione europea. Un ruolo impressionante nella storia d’Italia, una posizione pittoresca vicino alle Alpi e un bel fiume che la attraversa. Eppure, in qualche modo, questa grande città nel nord-ovest dell’Italia non è una tappa tipica per i turisti nel paese. Tutto questo ha suscitato il mio interesse per Torino, così ho dovuto visitarla durante il mio periodo di esplorazione del nord Italia. Oggi, condivido i miei consigli per la tua visita alla prima capitale dell’Italia unita e l’attuale capitale della regione Piemonte. Buon divertimento!

Rispolverare un po’ di italiano

Prima di atterrare a Torino, come la chiamano gli italiani, vorrai sicuramente avere un po’ di italiano di base nel tuo arsenale. A differenza di altre grandi città come Roma, Firenze o Venezia, Torino non è turistica. Per niente. Non c’è un solo ostello vero e proprio in città (senza contare quello nella soffitta di qualcuno), e non mi è sembrato di vedere nessun altro turista per tutto il tempo che sono stato lì. Probabilmente l’ho fatto, ma non si sono fatti notare.

Detto questo, ti conviene rispolverare il tuo italiano. Probabilmente andrai bene nei musei e nei posti popolari per mangiare, ma cerca di imparare i saluti di base, le domande e le voci di menu in italiano per rendere la vita più facile. Adoro la versione gratuita dell’app mobile di Duolingo per questo. Di solito inizio una lingua un paio di settimane prima di arrivare in una nuova destinazione.

I ristoranti non sono aperti tutto il giorno

Quando sono arrivato a Torino nel bel mezzo di una luminosa giornata di sole, sembrava una città fantasma. Le serrande di tutti i negozi erano chiuse. Sembrava che l’intera città fosse chiusa! (Ma dopo un giorno a Torino, ho iniziato a capire che tutti i ristoranti e i caffè avevano un certo orario. Intorno alle 12:00 – 13:30 per il pranzo, e intorno alle 19:00 – 10:00 o più tardi per la cena. Una volta capito questo, ho reagito di conseguenza. Mi sono fermato in un negozio di alimentari per la colazione e gli spuntini, e mi sono assicurato di mangiare un pranzo abbondante.

Suggerimento: Questo orario è in realtà abbastanza comune nelle città italiane non turistiche (come Genova e Bologna). Sono solo le destinazioni turistiche che aprono la maggior parte del giorno, come negli Stati Uniti.

Avere un bicerino

Ami il caffè? Ami anche la cioccolata calda? Allora Torino è il posto che fa per voi. È il luogo di nascita del bicerin, una tradizionale bevanda calda di espresso, cioccolato e latte a strati in un bicchiere. Non puoi lasciare Torino senza aver provato questa bevanda! Due posti popolari per gustarlo sono Caffe Al Bicerin e Cafe Torino. Sono stata al Caffe Al Bicerin e posso riferire che l’ambiente interno è così accogliente.

Vai al monte dei capuccini per il tramonto

Avete davvero visitato Torino se non avete visto questa vista? Quella in tutte le fotografie e brochure? Scherzi a parte, la vista iconica su Torino dal Monte dei Capuccini è davvero splendida e vale assolutamente la pena di fare una breve salita dal centro della città. Questa è la cosa più vicina a un luogo turistico a Torino, ma non dovresti avere problemi a ottenere una vista senza ostacoli. Si può vedere fino alle Alpi, che avevano un po’ di neve quando sono andato io, all’inizio di settembre! Raccomando di andarci durante il tramonto, ma ne vale la pena in qualsiasi momento della giornata.

Vedere la mole antonelliana

La Mole Antonelliana è il punto di riferimento di Torino. Originariamente doveva essere una sinagoga, ma è finita come monumento. All’interno della Mole Antonelliana si trova il Museo Nazionale del Cinema, così come un ascensore che porta in cima all’edificio per una vista panoramica su Torino. È possibile acquistare i biglietti per 8 euro, più 1,50 euro se acquistati in anticipo sul sito ufficiale.

Aspettatevi che torino abbia un aspetto un po’ grunge

Soprattutto quando i negozi hanno le loro serrande coperte di graffiti chiuse tra il pranzo e la cena, Torino può sembrare un po’ grunge. È una città industriale, e si vede in alcune zone. Non è niente di cui preoccuparsi, ma solo un avvertimento nel caso in cui siate abituati a destinazioni italiane come Firenze, per esempio. Prendi semplicemente le stesse precauzioni che prenderesti in qualsiasi altro posto, come non mostrare inutilmente gli oggetti di valore e cercare di non camminare da solo dopo il tramonto.

Pavoneggiarsi lungo via roma

Alcune parti di Torino sembrano un po’ grunge, ma altre parti portano avanti l’elegante passato di Torino. Si può sicuramente sentire l’impressionante storia di Torino mentre si passeggia tra enormi colonne su Via Roma, una strada commerciale elegante che corre tra Piazza Castello e Piazza Carlo Felice. Questa zona è anche il centro storico di Torino, quindi non perdetevela.

Bazzicare in Piazza San Carlo

Piazza San Carlo si trova a metà strada di Via Roma. Ospita due caffè storici, il San Carlo e il Caffè Torino, oltre a due chiese, la Chiesa San Carlo e la Chiesa Santa Cristina. Questa bella e grande piazza si è distinta per me durante il mio soggiorno a Torino, quindi consiglio vivamente di passare un po’ di tempo a passeggiare qui.

Clicca qui per vedere gli sconti migliori di viaggio!

About the Author

Demetria Rebecca

Demetria Rebecca è un'analista finanziaria senior che ha pubblicato molti articoli su Medium sulla gestione del denaro. Aiuta individui e coppie a sviluppare relazioni sane con il denaro. Il suo motto è che anche la finanza personale può essere divertente.