viaggiare-in-italia

6 regole per viaggiare in Italia e non sembrare un turista

Viaggiare in Italia e non sembrare un turista può essere abbastanza difficile. La maggior parte delle persone noterà che non sei del posto solo per piccoli dettagli. E cose che sono normali nel tuo paese possono farti sembrare strano.

Tuttavia, ci sono ancora alcune cose che puoi fare per mescolarti alla gente del posto. Non è un segreto che i turisti fanno sempre errori imbarazzanti. Quindi, sono qui per darti 6 regole per visitare l’Italia e passare inosservato.

Non indossare zaini e marsupi

La gente saprà che sei un turista se indossi uno zaino o un marsupio in Italia. La maggior parte degli italiani usa una borsa a tracolla per portare oggetti di valore e documenti. Di solito, vedrai persone con più di 30 anni che li indossano.

Gli zaini possono essere poco sicuri da usare in posti come i mercati e gli autobus. Sì, sono molto pratici e comodi da usare. Ma ricorda che ci sono molti borseggiatori in cerca di una vittima. Gli zaini renderanno solo più facile ai ladri rubarti. Se hai davvero bisogno di portarne uno, portalo davanti a te. Questo è il motivo per cui ti consiglio di mettere in valigia il più leggero possibile per l’Italia.

Non gridare o fare gesti per chiamare un taxi

Non è necessario gridare, fare gesti o fischiare per chiamare un taxi in Italia. Infatti, i taxi funzionano in modo totalmente diverso rispetto agli altri paesi. Sarai visto come un turista se lo fai di fronte alla gente del posto.

Il modo giusto per chiamare un taxi è andare in specifici parcheggi. Un autista verrà rapidamente a prenderti quando sarà il tuo turno. Puoi anche chiamare un taxi per telefono, online o tramite l’applicazione MyTaxi. Inoltre, assicurati che non ci sia nessuno prima di te.

Non accettare passaggi da tassisti non ufficiali nelle stazioni ferroviarie. Ti faranno pagare più del doppio delle tariffe standard. Ricorda che i taxi ufficiali sono bianchi e mostrano l’emblema del municipio.

Non giocare nelle fontane pubbliche

Immagina di essere in fila per molte ore per entrare in un museo. È estate e la temperatura è di 105 °F quel giorno. Così, decidete di fare un bagno in una bella fontana vicino a voi per qualche minuto. È corretto?

A differenza di altri paesi, in Italia non è permesso giocare o nuotare nelle fontane pubbliche. Le fontane pubbliche sono considerate un pezzo d’arte e di storia. Inoltre, non ci si deve lavare le mani o immergere i piedi nell’acqua. È vietato anche raccogliere le monete sotto l’acqua.

Se avete bisogno di bere acqua e rinfrescarvi, dovrete andare a fontane specifiche. Puoi trovarne una quasi ovunque nella maggior parte delle città. Inoltre, puoi andare in un parco se non riesci a vedere una fontana pubblica. C’è un’applicazione chiamata Fontanelle D’Italia che ti permette di trovare fontane di acqua potabile.

Portare giornali italiani

Alcuni posti vendono famosi giornali stranieri in inglese. Tuttavia, ti consiglio di portare solo giornali in italiano. È un’ottima tattica per far credere alla gente che sei del posto. Inoltre, potrai praticare la lingua.

I giornali più popolari in Italia sono il “Corriere della Sera” e “Il Messaggero“. Se ti piace leggere di sport, potresti prendere “La Gazzetta dello Sport“. Ti farà sembrare immediatamente un italiano. È comune vedere persone che leggono i giornali anche nei ristoranti e nei bar.

Non fare foto con i piccioni

Spesso i turisti si mettono in mano del mais per fare foto con i piccioni. Sì, lo so che i piccioni sono animali carini e divertenti da vedere. Ma se non vuoi distinguerti come turista, non dovresti farlo.

I piccioni sono anche una piaga in molte grandi città d’Italia. Questo è il motivo per cui alcuni comuni hanno vietato di dare da mangiare ai piccioni. Essi sporcano regolarmente le strade e le attrazioni turistiche. Quindi, aiuterai i monumenti e la salute delle persone. La loro cacca può portare anche gravi malattie.

Di solito, si trovano molti piccioni nelle piazze. Il più delle volte, solo i bambini e i turisti danno loro da mangiare. In alcuni luoghi, come Piazza Duomo, potresti essere multato se lo fai.

Non fare picnic ovunque

Non dovresti mai mangiare sui gradini dei monumenti in Italia. Sembrerà che non ti importi della cultura e delle persone che ci vivono. Molti turisti finiscono per sporcare le strade e gli edifici storici. Ricorda che le chiese e i musei non sono aree per fare un picnic.

Gli italiani raramente si siedono sui gradini per mangiare o fare una pausa. Inoltre, dovresti evitare di sederti sul marciapiede. È meglio non fermarsi finché non si trova una panchina. Potresti sporcarti anche tu se ti siedi sulle scale.

Inoltre, ti consiglio di evitare di mangiare cibo in alcuni luoghi pubblici. Non è usuale vedere qualcuno che pranza all’interno degli autobus. Ma si può fare benissimo sui treni senza alcun problema. Io mi porto persino le posate per mangiare la parmigiana quando sono a bordo con la mia famiglia.

About the Author

Mattia Tesoro

Mattia Tesoro è uno psicologo. Studia principalmente la psicologia del consumo e il comportamento delle persone nella vita quotidiana, lo scopo è migliorare le abitudini di consumo sbagliate e aiutare le persone a trovare il modello di consumo più ragionevole.